Strap o strapless? Kitesurf Wave

Scegliere uno stile più aggressivo per surfare le onde o un surf morbido con anima freestyle?

Il mondo del wave si divide tra riding con le straps o senza straps. Due modi di fare kitesurf molto simili tra loro ma molo diversi in sensazioni e stile di surfata. Più aggressivi nei bottom turn con l'utilizzo delle straps, ma diversamente precisi e morbidi nell'utilizzo senza straps. Lo strapless porta con sé l'anima freestyle con trick molto complessi ed evoluti.

Ogni kiter che pratica il wave riding, cioè il surf da onda con il kite, sceglie la tavola con le straps o senza straps. Questa scelta spesso è condizionata da molti fattori, ad esempio il tipo di spot in cui si esce o semplicemente la sensazione che danno le due diverse modalità di surfata. Nel surf con le straps, avendo i piedi bloccati alla tavola, si avrà un riding più energico e si andrà ad aggredire maggiormente l'onda nei bottom turn e nelle strambate. Durante il cambio piedi, avendo le straps, si dovrà capire la giusta tecnica per cambiare la posizione del corpo in andatura. Nella surfata strapless, invece, la tecnica cambia: si avrà un riding più morbido, preciso e attento alla gestione del kite, bottom turn precisi con una maggiore mobilità e la possibilità di spostare i piedi in qualsiasi punto della tavola. Lo strapless consente anche di fare freestyle con tanti trick e manovre aeree di grande complessità.

Esistono vari tipi di tavole da wave: più strette per un riding, più veloce ed aggressivo e con strambate veloci e precise adatte al riding più free, con tavole più larghe e adatte ad onde piccole e trick strapless. Uno dei più grandi esponenti del wave riding strapless è il nostro Airton Cozzolino che, oltre ad essere un grande surfista di big onde, è il nostro pioniere nel freestyle strapless. Sempre nel mondo wave si conoscono Sky Solbach del team North, Mitu Monteiro di F One e il grande Matchu Lopez del team North.

Scriveremo più avanti di questi grandi atleti del wave riding.