Il Kitesurf e la fusione degli elementi

Acqua e aria uniti per dare vita ad uno sport chiamato Kitesurf

Il kitesurf è l’unico sport al mondo che unisce due elementi quali l'acqua e l'aria.

Questa fusione nasce dall'idea di unire un acquilone con una tavola, quindi i principi base del parapendio e del paracadutismo a quelli del surf e del wakeboard, che, insieme, portano realmente a volare sul mare.

Fino a 10 anni fa tra gli sport di acqua regnavano indiscussi il windsurf e il surf. Grazie all'invenzione di ali sempre più sicure, il kitesurf è diventato ora uno sport di massima sicurezza e unico nel suo genere. La trazione verso l'alto rende possibile la planata sull'acqua, con tavole da wakeboard, o comunque con tavole molto più piccole rispetto al windsurf. Il suo "motore" non è più una vela triangolare o una motoscafo trainante, bensì un aquilone che, con le stesse proprietà di un paracadute, attraverso la pressione del vento e gestito mediante comandi impartiti sulla barra, tira il kiter sull'acqua riuscendo a dare luogo a fasi aeree molto prolungate.

Il mix perfetto è stato raggiunto! Scivolo sul mare a tutta velocità e in qualsisi momento posso anche volare sopra l' acqua, mi sollevo dalla superficie, salto in aria anche per qualche secondo e ricado morbidamente come un piuma per continuare a planare a tutta velocità. Insomma un'emozione che è difficile da spiegare, indescrivibile, unica, impensabile da capire se non si prova, ma solo l'idea di poter volare sul mare può affascinare e far comprendere che il kite può essere uno sport in grado di dare sensazioni che nessun altro mai potrà dare.

Emanuele Boso